Perù

what-do-colors-and-symbols-of-flag-of-pe
Peru.jpg

Proprio come gli elaborati motivi dei tessuti indigeni, il Perù è un paese complesso. Le fiestas scandiscono riti antichi, le avanguardie urbane favoriscono l'innovazione e al natura brilla per la sua splendida diversità.

Luoghi da vedere

La favolosa cittadella inca Machu Picchu, rimasta sconosciuta al resto del mondo fino all'inizio del xx secolo, è un sito archeologico straordinario. Con i suoi verdi terrazzamenti sovrastati da picchi scoscesi e incorniciati dalle creste delle Ande che fanno capolino all'orizzonte, è di una bellezza che supera ogni immaginazione.

Più oceano d'alta quota che lago, Il Titicaca vanta luoghi fantastici, ma nessuno paragonabile a queste surreali isole galleggianti, interamente costruite con canne totora. Secoli fa, gli uros costruirono le islas uros per sfuggire alle tribù più aggressive della terraferma come gli incas.

Le spettacolari vette della Cordillera Bianca si ergono al di sopra di Huaraz e della zona circostante come maestose sentinelle di granito. Dopo l'Himalaya, la Cordillera Bianca è la catena montuosa più alta del pianeta e le sue 16 cime oltre i 6000 metri ne fanno una delle mete più alpinistiche più ambite del continente.

L'inca Trail è il più famoso trekking di tutto il Sud America, si snoda per 43 km tra fitte foreste nebulari e ripide gradinate di pietra. Vero e proprio pellegrinaggio, il percorso richiede da quattro a cinque giorni di cammino e termina alla porta del sole, da dove è possibile abbracciare con lo sguardo per la prima volta le suggestive rovine di Machu Picchu.

Con le sue antiche strade acciottolate, le maestose chiese barocche e le rovine dei templi inca, Cuzco è la città che più di ogni altra ha influito sulla storia andina. Abitata senza interruzioni sin dall'epoca preispanica, l'antica capitale dell'impero inca è anche la porta accesso a Machu Picchu ed è sempre invasa dai turisti.

La seconda città del Perù per dimensioni colma il vuoto storiografico tra gli splendori della civiltà inca e la chiassosa modernità di Lima. Arequipa è una città coloniale cambiata assai poco dai tempi degli spagnoli.

Attraverserete tre zone climatiche dal versante posteriore delle Ande alla foresta nebulare alle sue pendici avvolte dalla nebbia per immergersi nel fitto della giungla per arrivare al Parque Nacional del Manu, l'avventura più esaltante in Amazzonia.

Scalcagnati villaggi andini, avamposti militari inca in rovina e terrazzamenti agricoli costruiti da tempo immemore si collegano al Rio Urubamba lungo il suo corso sinuoso attraverso la Valle Sacra. La posizione strategica tra Cuzco e Machu Picchu rende questa pittoresca destinazione una base ideale per esplorare i famosi mercati e le antiche rovine della zona.

Opera degli alieni? Tracciate con l'aiuto di mongolfiere preistoriche? Oppure colossale calendario astronomico? le teorie più disparate hanno cercato di spiegare le linee di Nazca, gli immensi geoglifi tracciati nel paesaggio desertico del Perù meridionale.

Quando andare

Alta stagione

Media stagione

Bassa stagione

Giugno-Agosto

Settembre-Novembre e Marzo-Maggio

Dicembre-Febbraio

Mezzi di trasporto

volo_iStock-155380716.jpg

Aereo

Gli orari e i prezzi dei voli interni cambiano di frequente. La maggior parte delle grandi città è collegata per lo più con jet, le più piccole con aerei a elica.

download (1).jpg

Autobus

Per la maggior parte dei peruviani e molti turisti l'autobus è il mezzo di trasporto più utilizzato. Costa poco e sulle principali rotte le corse sono frequenti, ma la qualità dei mezzi  è variabile. Nelle aree rurali gli autobus sono vecchi e malconci.

Treno-Monaco-Rimini.jpg

Treno

La compagnia ferroviaria privatizzata, PeruRail, ha treni giornalieri da Cuzco ad Aguas Calientes, ovvero Machu Picchu Pueblo, e collegamenti da Cuzco a Puno sulle sponde del Lago Titicaca tre volte alla settimana.

informazioni per il vostro viaggio

Moneta e Lingua

La lingua ufficiale del Perù è lo spagnolo.

La valuta nazionale è il Nuevo sol peruviano (PEN).

Sicurezza

A Lima e in alcune delle città più grandi c'è una sorta di polizia locale chiamata "Serenazgo" a cui si può chiedere aiuto, anche se non hanno servizi orientati specificatamente al turismo.

-siate consapevoli di ciò che vi sta intorno e cercate di evitare le zone non illuminate o disabitate, soprattutto di notte. È molto diffusa la microcriminalità che talvolta potrebbe anche sfociare nella violenza. Evitare gruppi di giovani di sesso maschile, in quanto ci sono molte piccole bande che cercano di derubare i passanti.

-Rapine a mano armata a danno dei turisti sono abbastanza comuni.

-Un vecchio zaino sporco con un prezioso contenuto è molto più sicuro di uno nuovo con dentro vecchi abiti. È sempre opportuno avere un basso profilo che non faccia sembrare di essere troppo benestanti.

-attenzione alle banconote false

-ignorare le richieste di trasportare bagagli o pacchetti per gli stranieri. Ci potrebbero essere oggetti illegali o droghe ed è colui che li trasporta che sarà fermato e che ne subirà tutte le successive conseguenze

-Piccole quantità di droga per uso personale o il possesso (fino a 2 g per la cocaina in polvere o 8 g di marijuana) sono consentiti dalla legge

-nel prendere un taxi, date un rapido sguardo al sedile posteriore e nel bagagliaio, per assicurarsi che non vi sia nascosto nessuno. Ci sono state segnalazioni di rapine armate o rapimenti che si svolgono in taxi. Successivamente, i turisti vengono bendati e guidati al di fuori della città e lasciati sulla strada statale

-Quando si viaggia in autobus, si raccomanda di mantenere il proprio zaino sotto il sedile con la cinghia agganciata intorno alla gamba.

Situato sulla Cintura di fuoco del Pacifico, in Perù possono verificarsi terremoti. Se siete nei pressi della costa, quando il terreno inizia a tremare, attenzione al rischio tsunami.

Requisiti d'ingresso

I turisti provenienti da America del Nord, Australia, Giappone, Malesia, Singapore e Unione europea  riceveranno un visto all'arrivo per un massimo di 183 o 90 giorni in base alla nazionalità.

I cittadini italiani sono chiaramente tenuti ad esibire il passaporto e mentre all'arrivo vengono rilasciati visti turistici o di studio con una validità massima di 3 mesi, i visti per affari possono arrivare fino a 6 mesi.

Quando si entra nel paese, è necessario passare all'ufficio immigrazione (inmigración). Il timbro che sarà apposto sul passaporto indicherà il numero di giorni che ci è permesso rimanere. Non è più possibile ottenere una proroga, quindi assicuratevi di richiedere che venga scritta l'esatta quantità di tempo di cui si pensa di aver bisogno (fermo restando i limiti massimi previsti per legge). Al termine dei giorni previsti, qualora si volesse rimanere più a lungo, è possibile attraversare il confine di un Paese confinante (Ecuador, Colombia, Brasile, Bolivia o del Cile) e rientrare il giorno successivo per ottenere un'estensione; oppure semplicemente soggiornate nel Perù a oltranza per pagare poi la multa quando si lascerà il Paese. 

Situazione Sanitaria

La quantità e il tipo di vaccini necessari per viaggiare al Perù dipendono da diversi fattori, tra cui la vostra storia medica e che parti del Paese si intendono visitare.

I vaccini più comunemente necessari per viaggiare in Perù sono contro tetano, difterite, febbre tifoide, epatite A e B, febbre gialla, rabbia e meningite. Alcuni di questi richiedono più di una dose o un significativo tempo di attesa prima che diventino efficaci.

Le vaccinazioni contro l'epatite A e la febbre tifoide sono raccomandate per tutti i viaggiatori.

Il governo del Perù raccomanda il vaccino contro la febbre gialla per tutti i viaggiatori che visitano le zone forestali (Amazzonia) sotto 2.300 m. I viaggiatori che visitano solo Lima, Cuzco e Machu Picchu non hanno bisogno di vaccino per la febbre gialla.

Se non si è stati vaccinati in precedenza contro morbillo, parotite e rosolia (MPR) si raccomandano due dosi a tutti i viaggiatori.

Prendete un kit di pronto soccorso, soprattutto se avete intenzione di fare escursioni in campagna durante la vostra visita.

La malaria è presente in alcune parti del Perù ma non c'è assolutamente rischio nelle grandi città come Lima e dintorni o nelle aree sopra 1.500 m. Tuttavia, il rischio sussiste sulla costa nord del Paese (regioni di Tumbes, Piura e Lambayeque) e nella regione amazzonica.

Godetevi il cibo locale, ma senza dimenticare le basi della sicurezza alimentare, per evitare di contrarre diarrea, dissenteria o una malattia più grave, come una infezione da parassiti che potrebbe rovinare il vostro viaggio. Più è cotto il cibo e maggiore è la probabilità di essere al sicuro. Il cibo che è stato lasciato fuori troppo a lungo o in balia delle mosche potrebbe fare male. I frutti di mare possono andare a male molto facilmente.

L'acqua del rubinetto in Perù non è sicura da bere o per lavarsi i denti, a meno che non venga bollita. L'acqua in bottiglia è a buon mercato e ha un sapore migliore dell'acqua bollita

Evitare le punture di insetti riduce il rischio di contrarre malattie trasmesse dalle zanzare come la febbre gialla, la febbre dengue, leishmaniosi e la malaria. Considerare di indossare maniche lunghe.

Incidenti e infortuni producono più morti tra i viaggiatori che le malattie, quindi non abbassate mai la guardia. A parte le normali precauzioni, si potrebbe evitare di salire in sella a una bicicletta o a una moto in Perù, se non siete guidatori molto esperti.

Farmaci comuni, come gli antibiotici, possono essere acquistati in farmacia (farmacias o boticas) abbastanza a buon mercato e senza restrizioni. Tuttavia, assicurarsi che la data di scadenza non sia stata raggiunta. I farmacisti sono per lo più molto utili e possono essere consultati, se necessario. Per le malattie meno gravi, possono sostituire un medico.

Se non si ha esperienza con altitudini elevate superiori a 3.500 m, non sottovalutatele! Collassi di turisti che non sono riusciti ad adattarsi non sono insoliti. 

Al di fuori ovviamente di ristoranti e alberghi d'alto livello in città e paesi, i servizi igienici sono spesso molto primitivi e talvolta veramente sporchi. È una buona idea portare della carta con voi, in quanto la carta igienica peruviana potrebbe essere troppo ruvida, oltre ad essere a singolo strato.

Negli ostelli o negli alberghi economici non si può contare di avere l'acqua sempre a disposizione. Nella regione andina può anche facilmente accadere che le docce abbiano l'acqua più o meno calda solo nel pomeriggio in quanto l'acqua è riscaldata solo dall'energia solare. Le docce elettricamente riscaldate sono ampiamente diffuse, ma l'impianto elettrico è a volte davvero pericoloso, dal momento che l'apparecchio è in gran parte situato sopra la doccia.

Le donne, che utilizzano tamponi durante il ciclo, dovrebbero portarli con sé da casa, perché non sono molto popolari in Perù.